LA PENSIONE ITALIANA É IMPONIBILE IN SPAGNA

I pensionati italiani che risiedono in Spagna devono dichiarare al Fisco spagnolo la pensione italiana.

Infatti é residente fiscale in Spagna una persona che vive in Spagna piú di 181 giorni all’anno. Deve presentare la dichiarazione dei redditi in Spagna se il suo reddito annuale complessivo supera i 22.000 euro.

In ragione di ció, l’agenzia tributaria spagnola sin dal 2015 ha intrapreso una campagna ispettiva. Moltissime sono le pensioni straniere di cui sono beneficiari un gran numero di residenti in Spagna.

Gli ultimi accordi sulla doppia imposizione, l’assistenza reciproca tra i paesi dell’Unione europea e il miglioramento delle comunicazioni hanno aumentato i controlli per le pensioni non dichiarate

LA CONVENZIONE SULLE DOPPIE IMPOSIZIONI TRA ITALIA E SPAGNA

La normativa spagnola prevede che i contribuenti residenti in Spagna devono dichiarare la loro imposta sul reddito per il loro reddito mondiale, indipendentemente dall’origine del reddito

In questo senso anche l’art. 18 della convenzione sulle doppie imposizioni firmata tra Italia e Spagna “Fatte salve le disposizioni del paragrafo 2 dell’art. 19, le pensioni e le altre remunerazioni analoghe, pagate ad un residente di uno Stato contraente in relazione ad un cessato impiego, sono imponibili soltanto in questo Stato”.

Quindi i pensionati italiani residenti in Spagna che doveva dichiarare la loro pensione italiana e non l’hanno fatto riceverrano la “letterina” di Hacienda.

 

CONCLUSIONI

Prima di pagare quanto il fisco spagnolo vi richiede, ricordatevi che di verificare se avete giá pagato l’IRPF in Italia.

Se avete giá pagato l’IRPF in Italia, pagare anche in Spagna equivarebbe ad entrare nella casistica della doppia imposizione.

Una istanza di rimborso delle imposte in Italia é possibile solo se non sono trascorsi 48 mesi.